patrimoniale-subito
patrimoniale-subitoIl Circolo Mille Papaveri Rossi, attacca duramente la manovra, e apre la raccolta firme per la patrimoniale!
La manovra economica varata dal governo di centrodestra è una manovra profondamente ingiusta: difende i ricchi e i privilegi delle caste mentre
attacca pesantemente i diritti sindacali e le condizioni di vita dei pensionati, delle lavoratrici e dei lavoratori – pubblici e privati – dei precari.
La manovra, oltre ad essere ingiusta è anche recessiva poiché aggraverà la crisi economica favorendo la speculazione finanziaria, che continua tranquillamente a fare il suo sporco lavoro in tutta Europa.
Il punto fondamentale è che questa manovra, produrrà effetti opposti a quelli sbandierati: è un manovra che aggrava la crisi economica e pone le condizioni per un ulteriore attacco speculativo contro l’Italia.
La ricetta che stanno applicando all’Italia – come al Portogallo, alla Spagna, all’Irlanda – è uguale a quella applicata alla Grecia: demolire i diritti dei lavoratori, privatizzare tutto e produrre quindi la recessione.
Parallelamente permettere alle banche e alle finanziarie di speculare sul debito pubblico impossessandosi delle risorse sottratte ai lavoratori.
Il governo, con la scusa della crisi economica e della speculazione, vuole demolire lo stato sociale, i diritti dei lavoratori, la democrazia nel paese.
Il tutto per difendere privilegi e grandi ricchezze.
Il circolo mille papaveri rossi del partito della rifondazione comunista si fa portavoce, in linea con la federazione della sinistra, di una politica economica rovesciata, a partire da:
  • Tassa sui grandi patrimoni al di sopra del milione di euro;
  • Lotta all’evasione fiscale, facendo pagare per intero le tasse a chi ha usato lo scudo fiscale;
  • Dimezzare le spese militari. Basta con la guerra in Afghanistan e in Libia;
  • Dimezzare gli stipendi delle caste e mettere un tetto agli stipendi dei manager;
  • Le aziende che delocalizzano devono restituire i finanziamenti pubblici;
  • Bloccare le grandi opere inutili come la TAV e il Ponte sullo Stretto e usare quelle risorse per un grande piano di sviluppo delle energie alternative e di riassetto idrogeologico del territorio.
Occorre ribellarsi prima che sia troppo tardi proponendo una politica alternativa.
E’ possibile firmare e ritirare i moduli della petizione a favore della patrimoniale, direttamente presso la sede del circolo di Rifondazione comunista di Francofonte tutti i pomeriggi dalle 17:00 alle 19:00 o durante il gruppo di acquisto popolare la domenica mattina.
Saranno allestiti anche dei banchetti, di raccolta firme, in piazza!
Patrimoniale subito

Potrebbe anche interessarti